Vai menu di sezione

Genetica e Costituzione. Esercizi di eguaglianza, solidarietà e responsabilità

Monografia pubblicata nella COLLANA DELLA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA (UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO), vol. 22, 2019, pp. 1-464, ISBN 978-88-8443-836-2.

Il volume è pubblicato anche in versione cartacea per i tipi di Editoriale Scientifica - Napoli, con ISBN 978-88-9391-532-8.

Muovendo da una suggestiva consonanza fra genetica e costituzionalismo, l’opera si presenta come una grammatica della articolata e feconda relazione fra queste due discipline, la quale costituisce, per il giurista, una sfida insieme affascinante e complessa. Avvalendosi dei paradigmi del diritto costituzionale e impiegando la genetica medica quale spazio privilegiato di osservazione, si propone una lettura innovativa degli impatti che dinamiche scientifiche e tecnologiche evolutive, in parte consolidate e in parte appena avviate, hanno prodotto e producono sullo statuto costituzionale della persona. La considerazione di tre peculiari dimensioni rilevanti di ‘relazione’, ‘spazio’ e ‘tempo’ consente di mettere in luce come la promozione della centralità della persona, negli ambiti indicati, richieda, al contempo, una attenta riconfigurazione di categorie giuridiche e diritti tradizionali e una valorizzazione di forme di responsabilità, funzionali a un pieno e effettivo affermarsi del principio di autodeterminazione. Attraverso l’analisi, anche in chiave comparata, di testi normativi e decisioni giurisprudenziali, il lavoro restituisce un’immagine rinnovata della persona di fronte ai mutati contesti della ricerca e della medicina e suggerisce in che modo questa possa inquadrarsi in declinazioni originali di principi costituzionali fondativi, come quello personalista, quello di eguaglianza e quello di solidarietà.

Il volume è liberamente accessibile in versione integrale a questo link.

Pagina pubblicata Lunedì, 20 Maggio 2019 - Ultima modifica: Mercoledì, 26 Giugno 2019
torna all'inizio del contenuto