Vai menu di sezione

Provincia Autonomia di Trento - DGP 937/2016: disposizioni relative all’erogazione a carico del Servizio sanitario provinciale di preparazioni a base di cannabis per uso medico
31 maggio 2016

La Provincia autonoma di Trento ha approvato con delibera della Giunta provinciale del 31 maggio 2016 l’erogazione a carico del Servizio sanitario provinciale (SSP) di farmaci a base di cannabis per uso terapeutico.

Numero
937

Tale erogazione è concessa nei confronti dei residenti in Provincia di Trento e iscritti al Servizio sanitario provinciale, prescindendo dal requisito della residenza triennale, ed è espressamente qualificata, conformemente a quanto deciso anche da altre Regioni italiane, come “livello aggiuntivo di assistenza” ai sensi della legge provinciale sulla tutela della salute. La delibera pone però dei limiti per quanto riguarda gli ambiti di utilizzo dei farmaci in argomento rispetto agli studi finora condotti.

Il Progetto pilota per la produzione sul territorio nazionale della pianta di cannabis a uso medico è iniziato con il decreto del Ministero della salute del 9 novembre 2015. Constestualmente, l’“Allegato tecnico per la produzione nazionale di sostanze e preparazioni di origine vegetale a base di cannabis” approvato nel 2014 ne disciplina alcuni dei profili più rilevanti, quali ad esempio l’appropriatezza prescrittiva, l’uso medico, il sistema di fitosorveglianza, ecc., elencando gli ambiti nei quali le preparazioni a base di cannabis sono state utilizzate e mettendo in evidenza come i risultati degli studi scientifici finora condotti non siano ancora conclusivi in termine di efficacia e sicurezza.

L’Allegato prevede inoltre che spetti alle Regioni e Province autonome concedere l’erogazione a carico del Servizio sanitario regionale o provinciale di tali preparazioni; nel caso ciò non avvenga le spese per questo tipo di trattamenti saranno invece interamente a carico dei pazienti stessi.

La Giunta provinciale con delibera del 31 maggio 2016 ha quindi approvato le “Disposizioni relative all’erogazione a carico del Servizio sanitario provinciale di preparazioni galeniche magistrali a base di cannabis per uso medico”, limitatamente però a tre ambiti terapeutici. Si tratta in particolare dell’“analgesia nella spasticità associata a dolore nella sclerosi multipla resistente ad altri trattamenti e nelle lesioni midollari e l’analgesia nel dolore neuropatico o nel dolore oncologico terminale”. La Giunta provinciale nel definire i suddetti limiti ha così accolto quanto affermato da un’indagine effettuata dal Servizio farmaceutico riguardo il fabbisogno terapeutico dei farmaci a base di cannabis nella provincia di Trento.

Il testo della delibera è scaricabile dal box download.

Elena Scalcon
Pagina pubblicata Mercoledì, 22 Giugno 2016 - Ultima modifica: Giovedì, 11 Luglio 2019
torna all'inizio del contenuto