Vai menu di sezione

Consiglio di Stato – ord. 230/2020: onere della prova ai fini dell’autorizzazione alla sperimentazione animale
23 gennaio 2020

Il Consiglio di Stato ha accolto in sede di gravame la richiesta cautelare di sospensione dell'autorizzazione di un progetto di ricerca rilasciata dal Ministro della Salute.

Numero
230
Anno
2020

Il Consiglio di Stato è chiamato a pronunciarsi sull’appello cautelare proposto dalla Lav - Lega Anti Vivisezione Ente Morale Onlus per la sospensione dell'autorizzazione del progetto di ricerca “Meccanismi anatomo-fisiologici soggiacenti il recupero della consapevolezza visiva nella scimmia con cecità corticale” rilasciata dal Ministero della Salute.

A dispetto di quanto ritenuto dal TAR Lazio, il Consiglio di Stato ritiene necessario che sia chi sperimenta a dover provare che non esistono alternative ad una sperimentazione invasiva sugli animali. Inoltre, si afferma che il Ministero deve depositare “con massima urgenza” una relazione sulla doverosa somministrazione agli animali oggetto di sperimentazione di liquidi e cibo sufficienti, “astenendosi da misure che finiscano per trasformare la doverosa erogazione di cibo e liquidi in forma di premio per asservire la volontà di animali sensibili come i primati”.

In accoglimento della richiesta di sospensione presentato dalla LAV, il Consiglio di Stato sospende dunque il decreto di autorizzazione della sperimentazione.

 

Il testo della ordinanza è disponibile nel box download.

Nicolò Barbini
Pagina pubblicata Giovedì, 23 Gennaio 2020 - Ultima modifica: Lunedì, 02 Marzo 2020
torna all'inizio del contenuto