Vai menu di sezione

Ministero della Salute - Rapporto su erogazione dei LEA nel 2017

Il Ministero della Salute ha pubblicato il rapporto annuale sull'erogazione dei Lea nell'anno 2017.

19/02/2019

Le Regioni, per poter accedere al maggior finanziamento del SSN sono tenute a una serie di adempimenti, in base all’Intesa Stato-Regioni del 23 marzo 2005. 

Le Regioni sottoposte alla verifica di tali adempimenti sono quelle ordinarie e la Sicilia (sono escluse la Valle d'Aosta, le due Province Autonome di Bolzano e Trento, il Friuli Venezia Giulia e la Sardegna dal 2010).

La verifica di tali adempimenti è a cura del Comitato LEA, al quale è affidato il compito di monitorare l’erogazione dei Livelli essenziali di assistenza in condizioni di appropriatezza e di efficienza nell’utilizzo delle risorse, al fine di promuovere e garantire l’effettiva erogazione e l’uniformità sul territorio.

Tra gli adempimenti, rientra quello relativo all’area “Mantenimento nell’erogazione dei LEA”, che viene certificato attraverso l’utilizzo di un set di indicatori (cd. Griglia LEA) ripartiti tra l’attività di assistenza negli ambienti di vita e di lavoro, l’assistenza distrettuale e l’assistenza ospedaliera.

Annualmente vengono presentati i risultati della valutazione dell’adempimento “Mantenimento nell’erogazione dei LEA”. Per l’anno 2017, sono resi noti i punteggi di tutte le Regioni, comprese quelle che non sono sottoposte alla verifica adempimenti per l’accesso alla quota premiale.

Nel 2017 risultano valutate positivamente, ottenendo un punteggio uguale o superiore a 160 (livello minimo accettabile) in base alla Griglia LEA, ben 16 Regioni. Il Piemonte guida le otto Regioni che ottengono un punteggio superiore a 200, altre otto raggiungono il livello minimo accettabile (tra 200 e 160) mentre per cinque Regioni il punteggio è inferiore a 160.

La tabella (pdf) con le valutazioni e i punteggi delle Regioni in base alla Griglia LEA per gli anni 2012-2017 e il testo completo del rapporto sono disponibili nel box download.

Maggiori informazioni sul portale del Ministero della Salute.

Maria Turato
Pagina pubblicata Martedì, 19 Febbraio 2019 - Ultima modifica: Mercoledì, 07 Agosto 2019
torna all'inizio del contenuto