Vai menu di sezione

Dossier: Utilizzo della marijuana medica in USA

Novità legislative e giurisprudenziali sull'utilizzo di cannabis e marijuana per fini medici negli Stati Uniti.

SENATO FEDERALE
10 MARZO 2015 – Un gruppo bipartisan di senatori federali ha annunciato la presentazione di un disegno di legge che renderebbe possibile la prescrizione e la vendita di marijuana a fini terapeutici.

ARIZONA
3 DICEMBRE 2012: la Corte statale della contea di Maricopa ha dichiarato che la controversa legge dell'Arizona sull'utilizzo medico della marijuana (Arizona’s Medical Marijuana Act – AMMA – entrata in vigore con un referendum nel novembre 2010) è costituzionale, concedendo così allo Stato di aprire i dispensari: «the Court finds that federal law does not preempt the AMMA. In so doing, the Court notes that Arizona, if it had wished to do so, could have fully decriminalized the possession, use and sale of marijuana under State law. In its wisdom, Arizona took a far narrower and deliberative course opting to allow only the chronically ill access to it and only after a licensed physician certified that it might well relieve its citizens of suffering».
28 OTTOBRE 2013 - L'American Civil Liberties Union ha presentato un ricorso per conto della famiglia Welton, chiedendo al giudice di dichiarare che l'utilizzo compassionevole della marijuana a fini medici per la cura dell'epilessia del piccolo Zander Welton (5 anni) è compatibile con le previsioni dell'Arizona Medical Marijuana Act e per chiedere che i genitori non vengano penalmente perseguiti.
21 MARZO 2014 – La Maricopa County Superior Court si è pronunciata nel ricorso presentato da ACLU in rappresentanza della famiglia Welton ed ha affermato che i cittadini dello Stato dell'Arizona possono utilizzare gli estratti di marijuana per motivi medici.
22 OTTOBRE 2014 – La Arizona Court of Appeals ha stabilito che l’Arizona Medical Marijuana Act non esclude le sanzioni previste per chi guidi sotto gli effetti degli stupefacenti.
7 APRILE 2015 – La Corte Suprema dell’Arizona in due distinte sentenze ha stabilito che i tribunali non posso proibire alle persone rilasciate su cauzione di utilizzare la marijuana a fini terapeutici se tale uso corrisponde alle finalità dell’Arizona Medical Marijuana Act (AMMA). In Arizona v. Farrell, la Corte ha affermato che non si può imporre ad un soggetto rilasciato sotto cauzione di astenersi dall’utilizzare cannabinoidi, se tali sostanze gli sono state prescritte per ragioni mediche. In Reed-Kaliher v. Hoggatt la Corte ha evidenziato che l’AMMA non vieta – nemmeno alle persone imputate per reati connessi all’utilizzo di stupefacenti – di utilizzare la marijuana a fini terapeutici. La legge, infatti, distingue espressamente l’uso a fini terapeutici da quello illegale o ricreativo.
8 NOVEMBRE 2016 – Il Referendum ha bocciato la proposta volta a legalizzare l’utilizzo di marijuana ad uso ricreativo per gli individui maggiori di 21 anni. (The Arizona Marijuana Legalization Initiative, Proposition 205).

ARKANSAS
8 NOVEMBRE 2016 - La consultazione elettorale ha approvato Issue 6 che ha emendato la costituzione statale, rendendo legale l’utilizzo a fini medici della marijuana. 

CALIFORNIA
7 MAGGIO 2013: La Corte Suprema della California ha stabilito che gli enti locali possono vietare i dispensari per la marijuana terapeutica. I giudici hanno affermato che il Compassionate Use Act of 1996 (CUA ) e il Medical Marijuana Program (MMP ) non contrastano con i divieti locali sulla distribuzione di marijuana medica:
«We thus conclude that neither the CUA nor the MMP expressly or impliedly preempts the authority of California cities and counties, under their traditional land use and police powers, to allow, restrict, limit, or entirely exclude facilities that distribute medical marijuana, and to enforce such policies by nuisance actions».
8 NOVEMBRE 2016 - In California la consultazione elettorale ha approvato la legalizzazione della marijuana ad uso ricreativo che permette a chi ha più di 21 anni di possedere fino 28.5 grammi di marijuana e 8 grammi di marijuana concentrata e di coltivare fino a sei piante nella propria casa in un luogo non visibile al pubblico. È stata stabilita una tassa del 15% sul prezzo di vendita e sulla coltivazione di 9.25$ per oncia di fiori e 2.75$ per oncia di foglie. La sostanza non è invece tassata per l’uso a fini medici.  (California Proposition 64, Marijuana Legalization, 2016)

COLORADO
15 GIUGNO 2015 – La Corte Suprema del Colorado ha confermato la decisione di una corte statale, stabilendo che le norme che vietano l’utilizzo delle droghe sul luogo di lavoro non sono superate dalla legge statale sull’utilizzo della marijuana a fini terapeutici. La Corte ha confermato la legittimità del licenziamento di un dipendente che aveva assunto la sostanza al di fuori dell’orario di lavoro.

CONNECTICUT
MAGGIO 2012: Approvata una legge sull'utilizzo palliativo della marijuana (HB5389 - AN ACT CONCERNING THE PALLIATIVE USE OF MARIJUANA). L'atto permette ai cittadini di ottenere marijuana per finalità mediche e palliative, da parte di farmacisti autorizzati (in seguito al conseguimento di un permesso ad hoc per la vendita del prodotto).

ILLINOIS
1 AGOSTO 2013: Il Governatore dello Stato ha firmato una legge che legalizza l'utilizzo della marijuana per fini medici (HB 1 - Compassionate Use of Medical Cannabis Act). L'atto prevede una serie di requisiti per l'uso medico della pianta, dal rilascio di una tessera identificativa per l'utilizzatore, ad un sistema di verifiche svolto dal Dipartimento per la Salute. È inoltre richiesto un certificato medico che indichi le specifiche necessità per l'uso della marijuana e i risultati attesi per il sollievo del dolore cronico.
LUGLIO 2014 – adottata una legge (SB 2636 ) che permette ad adulti e a minori che soffrono di attacchi di epilessia di utilizzare marijuana a fini terapeutici. Si tratta di un emendamento al Compassionate Use of Medical Cannabis Act: i minori avranno accesso alla sostanza alle stesse condizioni degli adulti, con il consenso dei genitori ed è stata ampliata la lista delle patologie per le quali possono essere prescritti i cannabinoidi.

FLORIDA
27 GENNAIO 2014 – La Corte Suprema della Florida ha approvato una mozione popolare per legittimare l'utilizzo della marijuana a scopi terapeutici attraverso una modifica della costituzione statale. La consultazione elettorale si terrà in novembre. – 16 GIUGNO 2014 – Il Governatore dello Stato ha firmato un disegno di legge (Compassionate Medical Cannabis Act ) che permette l’utilizzo della marijuana per il trattamento di alcune forme di epilessia, cancro e sclerosi amiotrofica laterale.
8 NOVEMBRE 2016 - Il 71% della popolazione ha ribaltato la precedente votazione avvenuta due anni prima ammettendo l’utilizzo di marijuana a fini medici (The Florida Medical Marijuana Legalization Initiative,  Amendment 2)

GEORGIA
20 MARZO 2014 – Il Senato della Georgia ha approvato un disegno di legge che legalizza l'utilizzo medico della marijuana, in particolare del cannabidiolo per il trattamento dell'epilessia nei bambini. Per l'entrata in vigore della legge è necessaria l'approvazione della Camera.
16 APRILE 2015 – Il Governatore dello Stato ha firmato un disegno di legge (HB 1 - Haleigh's Hope Act) per legalizzare l’uso della marijuana a fini terapeutici in Georgia. L’atto legislativo permette ai pazienti malati di cancro, morbo di Crohn, glaucoma e altre patologie di ricevere piccole dosi di olio di cannabis.

LOUISIANA
4 GIUGNO 2015 – La Camera ha approvato un disegno di legge (SB 143 ), passato ora all’esame del Senato, per regolare l’utilizzo terapeutico della marijuana. Il quadro giuridico attuale permette ai medici di prescrivere la marijuana ai pazienti, ma manca la disciplina per regolarne la produzione e la vendita. 

MARYLAND
APRILE 2013: Approvata una legge sull'utilizzo medico della marijuana (HB1101 - Medical Marijuana - Academic Medical Centers - Natalie M. LaPrade Medical Marijuana Commission), in vigore dal 1° ottobre 2013. Con l'atto viene istituita una commissione ad hoc per autorizzare le cliniche mediche a somministrare marijuana ai paziente che soddisfano i requisiti per l'uso compassionevole.

MASSACHUSETTS
8 NOVEMBRE 2016 – in questa data il Referendum ha stabilito che l’utilizzo della marijuana, già permesso a fini medici, fosse legalizzato anche per fini ricreativi. Il provvedimento permette agli individui con più di 21 anni di possedere fino a 10 once in casa e fino ad un’oncia in pubblico e coltivare fino a sei piante in casa. (Massachusetts Marijuana Legalization Initiative, Question 4).

MICHIGAN
DICEMBRE 2008: Approvata una legge per consentire l'utilizzo di marihuana per fini medici (Michigan Medical Marihuana Act ): viene istituito un registro per identificare pazienti e personale medico autorizzati a ricevere e somministrare la pianta per finalità di cure compassionevoli. - 8 FEBBRAIO 2013: la Corte Suprema del Michigan (Michigan v. Compassionate Apothecary ) ha stabilito che la vendita privata di marijuana costituisce una violazione della legge statale sull'utilizzo della marijuana per finalità mediche poiché viola l'ordine pubblico. Il caso riguardava un dispensario privato di marijuana che aveva istituito un sistema di vendita della pianta tra pazienti, diversamente da quanto previsto dalla legge, secondo cui essa deve essere distribuita da personale specificamente individuato. Secondo la Corte, il Michigan Medical Marihuana Act (MMMA) non autorizza a vendere privatamente la marijuana. OTTOBRE 2015: La Michigan House of Representatives ha approvato un nuovo testo di legge per l'impiego terapeutico della marijuana [HB 4209; HB 4827].

MINNESOTA
16 MAGGIO 2014 – Approvato un disegno di legge (SF 2470) che legalizza l’utilizzo medico della marijuana per un numero limitato di pazienti affetti gravemente malati o in stadio terminale.

MONTANA
11 SETTEMBRE 2012: La Corte Suprema del Montana ha stabilito che non esiste un diritto costituzionale alla coltivazione, distribuzione o utilizzo di marijuana medica. I ricorrenti miravano ad impedire l'entrata in vigore di una legge del 2011 che abroga una legge precedente sull'utilizzo della marijuana per fini medici. Secondo la Corte: «[i]n pursuing one's own health, an individual has a fundamental right to obtain and reject medical treatment. ... But, this right does not extend to give a patient a fundamental right to use any drug, regardless of its legality».
8 NOVEMBRE 2016 - il Montana ha rimosso le restrizioni alle leggi vigenti sulla marijuana permettendone l’utilizzo ai pazienti che soffrono di disturbo post-traumatico da stress (The Montana Medical Marijuana Initiative, also known as I-182).

NEVADA
8 NOVEMBRE 2016 –La consultazione elettorale ha approvato la Question 2 che rende legale acquistare, possedere e consumare fino ad un’oncia di marijuana o di un ottavo di oncia di marijuana concentrata per gli individui con più di 21 anni. Inoltre è diventata legale la coltivazione fino a sei piante di marijuana per uso personale. 

NEW JERSEY
GENNAIO 2010: Approvata una legge che disciplina l'utilizzo compassionevole della marijuana (Compassionate Use of Medical Marijuana bill): l'atto autorizza le prescrizioni di marijuana per i pazienti con malattie croniche, quali cancro, AIDS, distrofia muscolare e sclerosi multipla.
AGOSTO 2013: In corso di approvazione una legge (S2842 1R ) per rendere più accessibile l'utilizzo della marijuana per fini medici, anche per i minori.
NOVEMBRE 2015: Il governatore dello stato del New Jersey ha approvato un testo legislativo che consente la distribuzione di marijuana medica in forma commestibile a bambini gravemente malati o disabili negli spazi scolastici.

NEW YORK
8 GENNAIO 2014 – Il Governatore dello Stato di New York ha annunciato il lancio di un programma pilota per l'utilizzo della marijuana a scopo medico e palliativo.
7 LUGLIO 2014 – Approvato il Compassionate Care Act , una legge che legalizza l'utilizzo della marijuana per finalità mediche nello stato di New York. I medici potranno ora prescrivere la sostanza a pazienti con malattie in stadio terminali o con gravi dolori cronici.
15 GIUGNO 2015 – Il Senato dello Stato di New York ha approvato un disegno di legge sull’utilizzo della marijuana a fini terapeutici per le persone affette da un “progressive and degenerative disease”.
NOVEMBRE 2015: sono stati firmati due atti normativi volti a snellire e velocizzare la distribuzione della marijuana medica per i cittadini in condizioni di salute critiche.

NORTH DAKOTA
8 NOVEMBRE 2016 – Il Referendum popolare ha approvato l’utilizzo della marijuana per uso medico per il trattamento di specifiche malattie (tra cui cancro, AIDS, epatite C, SLA, glaucoma, epilessia). (The North Dakota Medical Marijuana Legalization Initiative, Initiated Statutory Measure 5).

PENNSYLVANIA
25 SETTEMBRE 2014 – Il Senato ha approvato un disegno di legge (SB 1182 ) che autorizza l’utilizzo per finalità terapeutica della marijuana. Nel disegno di legge si prevede anche la creazione di un registro statale dei coltivatori, produttori e distributori di marijuana e si disciplina il regime delle licenze e autorizzazioni.
12 MAGGIO 2015 – Il Senato della Pennsylvania ha approvato un disegno di legge (SB 3 ) che autorizza l’utilizzo della marijuana a fini terapeutici. Il testo passa ora all’esame della Camera.

Autore
Lucia Busatta e Marta Tomasi, con la collaborazione di Marta De Lazzeri
Pagina pubblicata Giovedì, 20 Marzo 2014 - Ultima modifica: Mercoledì, 19 Giugno 2019
torna all'inizio del contenuto