Vai menu di sezione

Disposizioni anticipate di trattamento - quadro normativo
25 ottobre 2021

Questa pagina ha lo scopo di raccogliere la normativa, gli atti e la documentazione riguardanti le disposizioni anticipate di trattamento in Italia.

Il 14 dicembre 2017 il Senato della Repubblica ha approvato in via definitiva il testo di Legge n. 219 (qui la scheda) in materia di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento e il 27 dicembre, con l’approvazione Legge di bilancio del 2018, si è prevista e finanziata l’istituzione presso il Ministero della salute di una Banca dati destinata alla registrazione delle DAT (co. 418 e 419 dell’articolo 1).

Il Ministero della Salute ha poi formulato una richiesta di parere al Consiglio di Stato ed i quesiti formulati riguardano, essenzialmente, il coordinamento interpretativo tra l’istituzione della banca dati nazionale delle DAT e la legge 219/2017. Il Consiglio di Stato si è pronunciato con Parere del 31 luglio 2018 (qui la scheda).

Il Ministro della Salute ha successivamente presentato in Parlamento in data 10 maggio 2019 la Relazione annuale sull’attività svolta in attuazione della Legge 219/2017 (qui la scheda) in cui il Ministero della Salute ha riportato l’avvenuta istituzione di un gruppo di lavoro incaricato di definire i contenuti informativi della banca dati DAT e ha definito uno Schema di decreto ministeriale (qui la scheda) da sottoporre, secondo la procedura prevista dalla legge n. 400 del 1988, al previo parere del Consiglio di Stato.

Su detto schema di decreto si sono pronunciati:

  • Il Garante della Privacy che il 29 maggio 2019 ha espresso parere favorevole;
  • La conferenza Stato-Regioni del 25 luglio in cui è stata sancita l'intesa sullo schema di regolamento;
  • Il Consiglio di Stato che il 07 novembre 2019 ha espresso parere favorevole (qui la scheda).

Firmato il decreto ministeriale il 10 dicembre 2019 (Comunicato Stampa n. 62 del 10 dicembre 2019), lo stesso viene pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.13/2019 (decreto del Ministero della Salute n. 168/2019 - qui la scheda).

A questo link sono disponibili le indicazioni operative redatte dal Ministero della Salute per la stesura e la raccolta delle DAT, in particolare riguardo la Banca dati nazionale delle DAT, operativa a partire dal 1 febbraio 2020:

  • Per le DAT raccolte a partire dal 1 febbraio 2020 deve essere acquisito il consenso del disponente per la trasmissione di copia della DAT alla Banca dati nazionale delle DAT (ovvero indicare dove esse siano reperibili). Il disponente può anche esprimere il consenso per ricevere una notifica via email dell’avvenuta registrazione delle proprie DAT nella Banca dati nazionale;
  • Le DAT raccolte prima del 1 febbraio 2020 verranno trasmesse, ai sensi dell’art. 11 del DM 10 dicembre 2019, da notai, Comuni e consolati alla Banca dati nazionale entro il 31 luglio 2020 comprensive della copia della DAT.
Rosa Signorella
Pubblicato il: Lunedì, 25 Ottobre 2021
torna all'inizio