Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "accetto" acconsenti all’uso dei cookie.

Jus centrale ita bianco

BIOLAW JOURNAL - RIVISTA DI BIODIRITTO

copertinaCONTORNO17 01

BioLaw Journal - Rivista di BioDiritto è una rivista giuridica online sottoposta a referaggio che tratta delle tematiche relative ai rapporti tra diritto e scienze della vita in prospettiva comparata. La Rivista, di taglio interdisciplinare, ospita contributi nel campo del diritto, delle scienze della vita e della bioetica.

 La Rivista offre articoli, note a sentenza e recensioni che rappresentano un punto di riferimento innovativo e originale per accademici, giuristi, professionisti, studenti e chiunque sia interessato al biodiritto in chiave nazionale, europea e internazionale.

ISSN 2284-4503

Approfondisci

News ed Eventi

  • Ministero dell’Interno – Prime indicazioni operative sulla legge 219 del 2017 +

    Con una circolare dell’8 febbraio 2017, il Ministero dell’interno ha fornito alcune prime indicazioni applicative relative alle modalità di raccolta Read More
  • Relazione annuale 2017 sull’attuazione della legge n. 194/1978 +

    È stata trasmessa al Parlamento la relazione del Ministro della Salute sull’attuazione della legge contenente norme per la tutela sociale Read More
  • Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento +

    Il Senato ha approvato in via definitiva il disegno di legge recante "Norme in materia di consenso informato e di Read More
  • Il diritto alla salute fra sostenibilità e innovazione +

    Il giorno 3 novembre 2017, dalle 10.00 alle 17.30, presso l’Università degli Studi di Padova (Aula E, Palazzo Bo) si Read More
  • 1

Pubblicazioni e Giurisprudenza recenti

Nella causa C-157/99, la Corte di Giustizia, pronunciandosi su una questione pregiudiziale relativa al rimborso di spese di ospedalizzazione sostenute in uno Stato membro diverso da quello di residenza, ha affermato che gli artt. 59 e 60 del Trattato non ostano ad una normativa nazionale che subordini il rimborso di spese per cure ospedaliere ricevute all'estero ad una previa autorizzazione da parte della cassa malattia d'iscrizione; i criteri sulla base dei quali rilasciare tale autorizzazione devono però essere conformi all'interpretazione fornita dalla Corte.

Nella causa C-158/96, la Corte di Giustizia, pronunciandosi su una questione pregiudiziale relativa all'interpretazione degli artt. 22 e 36 del Regolamento n. 1408/1971 (applicazione dei regimi di sicurezza sociale ai lavoratori subordinati, autonomi e ai loro familiari che si spostano all'interno della Comunità) ha stabilito che un assicurato autorizzato dall'istituzione competente a recarsi in un altro Stato membro per cure mediche, ha diritto (a) a riceverle come se fosse iscritto all'istituzione erogante e (b) al rimborso da parte dell'istituzione d'appartenenza delle spese sostenute.

Relazione al XV Colloquio Biennale AIDC, Messina – Taormina, 31 maggio – 2 giugno 2001

Informazioni aggiuntive

  • Autore Carlo Casonato