Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "accetto" acconsenti all’uso dei cookie.

Jus centrale ita bianco

Il Comitato Europeo dei Diritti Sociali del Consiglio d'Europa ha rigettato un ricorso presentato dalla Federazione delle Famiglie Cattoliche in Europa (FAFCE) contro la Svezia.

Il Comitato indipendente di esperti, che propone alla Commissione Europea pareri consultivi sulle misure più efficaci per investire nel settore della salute, ha adottato un parere sulla cooperazione transfrontaliera tra Stati membri in materia di assistenza sanitaria.

La commissione affari sociali della Camera ha concluso l’indagine conoscitiva sulle malattie rare.

Lunedì, 13 Luglio 2015 20:37

BioDiritto su Facebook!

Da oggi siamo su Facebook. Seguiteci! 

www.facebook.com/progettobiodiritto

Un parte del documento, relativo al fenomeno assicurativo in Italia, è dedicata alla responsabilità civile in ambito sanitario (p. 172 del rapporto).

Il Comitato Etico della Provincia Autonoma di Bolzano ha pubblicato un parere sulla PMA eterologa con la finalità di evidenziare tutti i punti critici e le problematiche etiche, mediche, psicologiche, sociali e giuridiche della fecondazione con gameti esterni alla coppia.

Mercoledì, 01 Luglio 2015 22:18

PMA: approvate le nuove linee guida

Il Ministero della Salute ha approvato le nuove linee guida sulla procreazione medicalmente assistita.

Il Governo ha trasmesso al Parlamento la Relazione annuale sullo stato di attuazione della legge 40/2004.

Crea Sanità e il Laboratorio Malattie Rare hanno presentato un rapporto sulle epidemiologie e l’utilizzazione dei servizi sanitari nel contesto delle malattie rare, che ha la finalità di fornire, sulla base dell’analisi effettuata utilizzando i dati forniti dal Ssr della Lombardia, un supporto alle decisioni pubbliche, stimando la dimensione epidemiologica e conseguentemente il ricorso ai servizi sanitari da parte dei pazienti affetti da MR, analizzandone l’impatto economico sul Ssr e traslando il tutto sul livello nazionale.

Nel report si rileva una diversa applicazione a livello regionale delle direttive nazionali, con conseguente disomogeneità sul territorio riguardo l’offerta vaccinale.