Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "accetto" acconsenti all’uso dei cookie.

Jus centrale ita bianco

Venerdì, 28 Luglio 2017 20:03

Legge 31 luglio 2017, n. 119: "Conversione in legge, con modificazioni, del d.l. 7 giugno 2017, n. 73, recante disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale" (G.U. Serie Generale , n. 182 del 05 agosto 2017)

La legge n. 119/2017 ha convertito il d.l. n. 73/2017, apportando alcune rilevanti modifiche.

In particolare, è ridotto a 10 il numero delle vaccinazioni obbligatorie.

Per i minori di età compresa tra 0 e 16 anni e per i minori stranieri non accompagnati sono obbligatorie e gratuite - in base alle specifiche indicazioni del Calendario Vaccinale Nazionale relativo a ciascuna coorte di nascita - le seguenti vaccinazioni:

  • anti-poliomielitica
  • anti-difterica
  • anti-tetanica
  • anti-epatite B
  • anti-pertosse
  • anti-Haemophilus influenzae tipo b
  • anti-morbillo
  • anti-rosolia
  • anti-parotite
  • anti-varicella

L'obbligatorietà per le ultime quattro è soggetta a revisione ogni tre anni in base ai dati epidemiologici e delle coperture vaccinali raggiunte.

Sono inoltre offerte attivamente e gratuitamente, da parte di Regioni e Province autonome:

  • anti-meningococcica B
  • anti-meningococcica C
  • anti-pneumococcica
  • anti-rotavirus

La violazione degli obbilghi:

- per i minori da 0 a 6 anni comporta l'esclusione dagli asili e dai servizi per l'infanzia e una sanzione da 100 a 500 euro;

- per i minori dai 6 ai 16 anni comporta la sanzione da 100 a 500 euro.

La legge elimina il riferimento a eventuali ripercussioni sulla potestà genitoriale, per i soggetti inadempienti.

Disposizioni transitorie semplificano l'iscrizione all'anno scolastico 2017-2018.

Sarà possibile anche prenotare gratuitamente le vaccinazioni in farmacia tramite CUP.

E' istituita l'anagrafe vaccinale presso la quale saranno depositate le informazioni relative a dosi e tempi di somministrazione, eventuali effetti indesiderati, i richiami e l'elenco di coloro che non possono sottoporsi a profilassi.

M.T.

Letto 167 volte