Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "accetto" acconsenti all’uso dei cookie.

Jus centrale ita bianco

Venerdì, 18 Dicembre 2015 17:22

Il Parlamento europeo condanna alcune pratiche di gestazione per altri

Nella "Relazione annuale sui diritti umani e la democrazia nel mondo nel 2014 e sulla politica dell'Unione europea in materia", approvata il 17 dicembre 2015 a Strasburgo, il Parlamento Europeo assume una posizione fortemente critica nei confronti delle pratiche di gestazione per altri.

Il paragrafo dedicato al tema è il 115, inserito all’interno del capitolo relativo ai Diritti delle donne e delle ragazze.

Il Parlamento europeo:

"115.  condanna la pratica della surrogazione, che compromette la dignità umana della donna dal momento che il suo corpo e le sue funzioni riproduttive sono usati come una merce; ritiene che la pratica della gestazione surrogata che prevede lo sfruttamento riproduttivo e l'uso del corpo umano per un ritorno economico o di altro genere, in particolare nel caso delle donne vulnerabili nei paesi in via di sviluppo, debba essere proibita e trattata come questione urgente negli strumenti per i diritti umani".

A questo link il testo completo della Relazione.

 

 

Letto 1280 volte Ultima modifica il Venerdì, 18 Dicembre 2015 17:29