Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "accetto" acconsenti all’uso dei cookie.

Jus centrale ita bianco

Mercoledì, 04 Luglio 2018 15:47

Le cure di fine vita e l’anestesista rianimatore: raccomandazioni SIAARTI per l’approccio alla persona morente

La SIAARTI (Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva) ha recentemente pubblicato un documento contenente le nuove raccomandazioni per l’approccio alla persona morente.

Alla luce delle importanti novità che negli ultimi anni hanno interessato le decisioni mediche e cliniche alla fine della vita e anche in considerazione del mutamento della sensibilità circa queste tematiche, la SIAARTI ha ritenuto importante lavorare ad una nuova versione delle raccomandazioni. Il precedente documento, pubblicato nel 2006, pur rimanendo valido nel suo impianto, è stato profondamente rivisto e adattato alla nuova realtà per guidare la costruzione di protocolli locali di gestione del fine-vita sia in terapia intensiva che in ospedale.

Il documento si propone di produrre raccomandazioni per orientare i processi decisionali di fine vita, tenendo conto dei vincoli e delle opportunità dei singoli contesti professionali e organizzativi. Un secondo obiettivo delle raccomandazioni consiste nel fornire all’anestesista rianimatore suggerimenti operativi per la gestione della persona morente.

L’appendice del documento è dedicata alla comunicazione con la famiglia e la persona malata nelle fasi finali dell’esistenza.

Il testo delle raccomandazioni è disponibile nel box download.

-LB-

Letto 213 volte