Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "accetto" acconsenti all’uso dei cookie.

Jus centrale ita bianco

Il servizio sanitario ungherese alla prova dell’immigrazione: il diritto all’assistenza sanitaria degli stranieri in Ungheria tra diritto e fatto

Articolo di Simone Penasa, pubblicato in Rivista AIC, 3, 2017, 1-24.

Sommario: 1. Il quadro statistico: evoluzione del fenomeno migratorio e impatto sul sistema di welfare. 2. Il quadro costituzionale dell’accesso all’assistenza sanitaria: diritto (economicamente condizionato) della persona o dovere (finanziariamente circoscritto) del legislatore? 3. Legislazione in materia di assistenza sanitaria degli stranieri: l’Healthcare Act n. CLIV del 1997. 4. Richiedenti asilo e titolari di protezione: tendenziale equiparazione ai cittadini ungheresi ed effettività delle condizioni di accoglienza. 5. Stranieri irregolarmente presenti: accesso alle cure di urgenza e configurabilità di un “contenuto essenziale” del diritto alla salute. 6. Il dovere di assistenza sanitaria economicamente condizionato e legislativamente “ostacolato”: verso una contrazione dell’accesso alle cure per le categorie “deboli” di stranieri.

Il testo dell’articolo è disponibile sul sito della Rivista AIC, a questo link.

Letto 157 volte