Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "accetto" acconsenti all’uso dei cookie.

Jus centrale ita bianco

Dichiarazioni anticipate di trattamento: dare “forma al vuoto” in attesa di una legge

Articolo di Cinzia Piciocchi pubblicato in Rivista AIC, n. 2/2016.

 

 

Abstract

Il presente contributo considera l’istituto del “testamento biologico”, o “dichiarazioni anticipate di trattamento”, con particolare riferimento all’ordinamento giuridico italiano, che non ne prevede una disciplina legislativa. Le leggi regionali che hanno dettato una regolamentazione del “testamento biologico” sono state dichiarate incostituzionali dalla Consulta, ma alcuni enti territoriali hanno istituito registri dove depositare le proprie dichiarazioni anticipate di trattamento. Questo contributo propone un’analisi della valenza culturale di tale istituto, che potrebbe rivelarsi determinante ai fini dell’efficacia del principio del consenso informato nell’ambito della fine della vita.

Il testo dell’articolo è liberamente accessibile a questo link.

Informazioni aggiuntive

  • Autore: Cinzia Piciocchi
  • Tipo di pubblicazione: Articolo
Letto 1804 volte