Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "accetto" acconsenti all’uso dei cookie.

Jus centrale ita bianco

Il caso Cappato e la Corte costituzionale: un’incostituzionalità accertata ma non dichiarata?

Articolo di Lucia Busatta, pubblicato in Rivista Italiana di Cure Palliative, 20(4), 2018, pp. 227-233.

ABSTRACT

Con l’ordinanza n. 207 del 2018, la Corte costituzionale ha rinviato al 24 settembre 2019 la decisione sulla legittimità costituzionale del reato di assistenza al suicidio, per lasciare aperto lo spazio ad un intervento legislativo del Parlamento. La questione è stata sollevata dalla Corte d’Assiste di Milano, nell’ambito del procedimento penale a carico di Marco Cappato, imputato del reato di cui all’art. 580 del codice penale per aver accompagnato in Svizzera Fabiano Antoniani. La strada scelta dalla Corte costituzionale è inedita nel panorama italiano e lascia aperti numerosi interrogativi, sia rispetto ai contenuti e ai modi di un’eventuale disciplina legislativa, sia nella non lontana ipotesi di un mancato intervento del legislatore. Il contributo illustra i contenuti dell’ordinanza della Corte costituzionale e ne sottolinea gli snodi problematici.

ABSTRACT

By means of ordinance n. 207 of 2018, the Constitutional Court postponed to September 24, 2019 the decision on the constitutional legitimacy of the criminal provision on assisted suicide, in order to allow the parliamentary legislative intervention. The issue was raised by the Criminal Court of Milan, in the proceedings against Marco Cappato, accused of assisted suicide, as provided for by art. 580 of the Italian criminal code, for having driven Fabiano Antoniani by car to Switzerland to commit medically assisted suicide. The path chosen by the Constitutional Court is unprecedented in the Italian scenario and leaves numerous questions open, both with regards to the contents and the ways of a possible legislative discipline, and in the probable hypothesis of a lack of intervention by the Parliament. The contribution illustrates the contents of the Constitutional Court ordinance and highlights its problematic issues.

Informazioni aggiuntive

  • Tipo di pubblicazione: Libro
Letto 257 volte