Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "accetto" acconsenti all’uso dei cookie.

Jus centrale ita bianco

Lunedì, 26 Marzo 2018 12:07

UK – Court of Appeal (Civil Division) [2016] EWHC 2005 (10/11/2016). PrEP: il finanziamento e l’erogazione del trattamento competono all'NHS

La Court of Appeal conferma la decisione adotatta dalla High Court e, pur smentendo in parte l’interpretazione del giudizio precedente, ribadisce che l'NHS è competente per l’erogazione e il finanziamento del trattamento PrEP di profilassi preventiva contro l’HIV, che non è peraltro obbligato a esercitare tale competenza.

Il giudice Longmore si concentra sulla definizione del termine “public health functions” contenuta nella sezione 1H(2) del National Health Service Act 2006 alla luce in particolare delle Regulations emanate a complemento del NHS Act 2006. Infatti secondo la 2012 Regulations «one of the specified services which NHS England is required to provide [...] is "Adult specialist services for patients infected with HIV," (Schedule 4, para 17)» (paragrafo 34) e con il termine services ci si riferisce ai c.d. health care services che includono anche trattamenti preventivi (prevention treatments). Di conseguenza «the whole thrust of the Regulations is that local authorities are not to be responsible for HIV patients but rather that NHS England is to be responsible for them. If there is medication that can prevent susceptible persons from becoming infected and it is desirable that such medication be administered to reduce the overall bill for HIV services, NHS England has the power to commission such medication» (paragrafo 38).

Il giudice Longmore, alla luce in particolare delle Regulations emanate a complemento del NHS Act 2006, ha concluso che «[the] local authorities are not to be responsible for HIV patients but rather that NHS England is to be responsible for them». Infatti  «if there is medication that can prevent susceptible persons from becoming infected and it is desirable that such medication be administered to reduce the overall bill for HIV services, NHS England has the power to commission such medication» (paragrafo 38). Tuttavia il fatto che a NHS sia stato riconosciuto il potere di erogare e finanziare il trattamento PrEP «does not mean that NHS England is obliged to commission PrEP treatment but only that it is empowered to do so» (paragrafo 59).

Nel box download il testo della decisione.


 

In seguito a questa sentenza, l’NHS ha annunciato di voler finanziare un progetto di sperimentazione clinica per la somministrazione del trattamento PrEP a persone ad alto rischio nel contrarre l’AIDS. Questo clinical trial mira a testare l’efficacia del trattamento discusso e ha l’obiettivo di includere almeno 10mila partecipanti lungo un periodo di tre anni (https://www.prepimpacttrial.org.uk/).


 

Recentemente, inoltre, alcuni articoli pubblicati sulla rivista New Scientist hanno messo in evidenza come la diffusione dei farmaci anti-retrovirali per il trattamento PrEP soprattutto all’interno della comunità LGBTI, sebbene la terapia non sia ancora fornita dal sistema nazionale, abbia portato ad una drastica diminuzione dei malati di HIV. Quattro centri di salute sessuale londinesi, infatti, hanno stimato che rispetto all’anno precedente l’infezione da HIV abbia subito nel 2016 un calo del 40%. Questo risultato non sembra riconducibile ad altre strategie di prevenzione, come ad esempio a un aumento dell’uso del preservativo in quanto dati simili non sono riscontrabili in altre malattie a trasmissione sessuale, ma sembra piuttosto dipendere dalla maggior diffusione della PrEP grazie anche alla pubblicità che la terapia ha ricevuto per il clamore suscitato dalle vicende giudiziarie per obbligare il sistema sanitario nazionale a fornire questo trattamento e grazie allo sviluppo di piattaforme online (come I want PrEP now e PrEpster) che permettono l’acquisto del farmaco generico da farmacie online di India e Swaziland ad un costo basso. (Internazionale n.1191 anno 24, 10/16 febbraio 2017).

Elena Scalcon

Letto 111 volte Ultima modifica il Lunedì, 26 Marzo 2018 12:24