Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "accetto" acconsenti all’uso dei cookie.

Jus centrale ita bianco

La Corte Suprema del Regno Unito, in data 7 giugno 2018, rigetta il ricorso della Commissione diritti umani dell’Irlanda del Nord che chiedeva di dichiarare illegittima la legge sull’aborto vigente in Irlanda del Nord.

Pubblicato in Giurisprudenza straniera

In data 29 Giungo 1992, La Supreme Court ha stabilito l’incostituzionalità parziale di una legge che richiedeva ad una donna sposata di notificare il coniuge prima di accedere all’IVG.

Pubblicato in Giurisprudenza straniera

In data 24 Ottobre 2017, la Corte d’Appello del Distretto di Columbia ha garantito il diritto di abortire senza onere eccessivo ad una minore immigrata irregolarmente negli Stati Uniti

Pubblicato in Giurisprudenza straniera

La Corte di Cassazione ha annullato la condanna in appello di due ostetriche per il reato colposo di interruzione di gravidanza.

Pubblicato in Giurisprudenza nazionale

Il Commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa ha emanato un Issue paper dal titolo Women's sexual and reproductive rights and health.

Pubblicato in News

In seguito al dibattito parlamentare sui lavori della Citizen’s Assembly on Eighth Amendment (stabilita dal governo, composta da 99 cittadini e presieduta da un giudice della Corte Suprema), il 29 gennaio 2018 il governo irlandese, proseguendo sulla via della National Sexual Health Strategy 2015-2020, ha annunciato il referendum futuro il cui esito potrebbe essere determinante per la garanzia dei diritti sessuali e riproduttivi delle donne in Irlanda e per il rispetto degli standard regionali ed internazionali.

Pubblicato in News

Cass., sez. III civile (sent. 31 ottobre 2017, n. 25849): riconosciuto il risarcimento dei danni per perdita di chance a causa di una errata diagnosi che ha impedito ai genitori di scegliere l’aborto a fronte di malformazioni del feto.

Pubblicato in Giurisprudenza nazionale

La Corte Suprema del Regno Unito, con una maggioranza di 3 a 2, ha rigettato il ricorso di una donna residente nell’Irlanda del Nord, che lamentava una violazione dei propri diritti a causa dell’impossibilità di accedere gratuitamente al servizio nelle strutture pubbliche in Inghilterra (R (on the application of A and B) (Appellants) v Secretary of State for Health (Respondent)[2017] UKSC 41).

Pubblicato in Giurisprudenza straniera

Nota a sentenza di Lucia Busatta, in commento alla decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti nel caso Whole Woman's Health v. Hellerstedt, pubblicata in Quaderni costituzionali, n. 4/2016, pp. 806-809.

Pubblicato in Inizio vita

È stata trasmessa al Parlamento la relazione del Ministro della Salute sull’attuazione della legge contenente norme per la tutela sociale della maternità e per l’interruzione volontaria di gravidanza (Legge 194/78), con i dati definitivi del 2014 e del 2015.

Pubblicato in News
Pagina 1 di 5